NUOVO PROGETTO PER AIUTARE GLI IMPIANTI DI COMPOSTAGGIO ITALIANI:
Novamont + SAES + Flexible packaging hanno ideato un sistema (tramite speciali marker inseriti all’ interno del biopolimero Mater-Bi di cui è composto il packaging, imballaggio) per aiutare gli impianti di compostaggio a scartare meteriale non idoneo, non compostabile. Praticamente i rifiuti una volta arrivati negli impianti di compostaggio verranno colpiti dai raggi UV emessi da apparecchiature “detector”.
Di conseguenza questi marcatori speciali “speciali marker” rilasceranno un segnale ottico che indicherà il packaging idoneo che verrà diviso da quello non idoneo.
In questo modo gli impianti di compostaggio elimineranno i costi legati alla ricerca e scarto di materiale non a norma e inoltre garantiranno una maggior purezza del materiale compostabile.
Categorie: News